back

DDD – Digital Design Days 2018

Digital Design Days è il principale evento dedicato all’innovazione digitale. Comprende conferenze esclusive, workshops professionali, digital showcase, installazioni e numerose attività di networking.

La line-up riunisce in un unico evento i migliori designer, creativi, imprenditori e innovatori tecnologici italiani ed internazionali, storytellers visionari e pensatori innovativi che ispirano, insegnano e guidano per affrontare le sfide e le opportunità che il mondo digitale presenta per il prossimo futuro.

Durante questi 3 giorni Exage ha partecipato all’evento per seguire direttamente l’evoluzione della trasformazione digitale, registrare le novità più importanti e per cercare di anticipare quelle che saranno le prossime innovazioni.

Il futuro dei pagamenti digitali – Semplici, molto veloci e sicuri.

Ci avviamo verso un futuro fatto di pagamenti senza l’utilizzo dei contanti, ma per fare in modo che questo futuro sia sempre più reale occorre sviluppare servizi e sistemi semplici, molto veloci ed estremamente sicuri.

Nuovi pos, nuove tecnologie, nuove tipologie di pagamento tramite mobile e nuove carte di credito consentiranno questo passaggio rivoluzionando il concetto di pagamento e semplificando notevolmente la vita di esercenti e consumatori.

Creare progetti ad alto contenuto virale? Serve l’idea giusta.

A volte si dimentica che dietro un contenuto che diventa virale, c’è un’idea che è essa stessa virale. Ma quali sono le sensazioni che deve suscitare un idea veramente virale? Deve creare meraviglia e stupore, ma allo stesso tempo stranire, scioccare e divertire.

Come ad esempio un cappotto per cani fatto di LED costumizzabile via app dal proprio telefono, o una bambola iper-realistica di Lady Gaga dalla quale sentire il suo ultimo album appoggiandole l’orecchio sul corpo, o una pista da corsa in cui poter gareggiare contro il fantasma di se stessi.

“Create weird & wonderful experiences by combining design & technology”

L’importanza della ricerca: conosci il tuo target come te stesso.

Quando si progetta un servizio o un prodotto destinato a un target specifico bisogna spendere più tempo possibile ad analizzare il target in sé e il suo rapporto con il prodotto. Non basta intervistare, occorre ascoltare, registrare, vivere, interagire con il target, diventare il target stesso, ponendolo al di sopra del prodotto e del brand stesso per cui si opera.

Solo una volta che si è compreso nel profondo ogni aspetto e ogni necessità del target si può iniziare a progettare, tenendo sempre vivo il contatto con il target e testando ogni step della progettazione su di esso.

Progetti collaterali: vera forza propulsiva.

I progetti collaterali realizzati internamente alle realtà digitali, non solo aumentano le conoscenze interne permettendo agli elementi di un team di sperimentare ed accrescere le proprie skills, ma portano visibilità all’azienda sfruttando produttivamente il tempo a disposizione delle risorse impiegate.

“Best projects born when you are the client of yourself”

La strategia è fondamentale, impara dai migliori, fai un sonnellino

La chiave per un progetto di successo è partire da una strategia solida e basarsi su di essa in ogni passaggio e dettaglio del processo di design.

È necessario ricordare che il prodotto deve essere testato durante il processo e che le persone che lo utilizzeranno devono evidenziare cosa non gli piace, piuttosto che quello che gli piace, dobbiamo ispirarle piuttosto che spingerle a fare qualcosa.

E che, ogni tanto, anche un sonnellino può portare l’ispirazione necessaria.

Il web è uno strumento molto potente per realizzare le proprie idee, per quanto ridicole possano sembrare

A volte un’idea sembra troppo sciocca o troppo volgare anche solo per parlarne.

Mr. Bingo ci ha mostrato come l’unica cosa necessaria per trasformare un’idea in un progetto di portata mondiale fosse semplicemente parlarne (e fare un pezzo rap) sul web.

WebVR and WebAR sono sempre più facili da utilizzare da mobile, Web is the Way

Oggi è possibile navigare attraverso complessi modelli 3D da mobile, il caricamento è più rapido, il render è live, e tutto succede nel browser.

WebAR e WebVR sono il passaggio successivo, e, ancora meglio, non richiedono neanche una App dedicata.

“We work hard because the future belongs to those who work hard for it today”